Leila Bidler

playing and creating with solid color...

For information in english about please click here to go directly to the Makin's Clay® website: Makin's Clay® the NO BAKE clay!

Per me è un grande onore essere stata inserita nel team creativo della Makin's Clay®!

Su questa pagina ho raccolto le varie informazioni base che servono per poter iniziare subito ad usare questa fantastica pasta polimerica modellabile che asciuga all'aria. Vi invito a visitare il sito della Makin's Clay® dove troverete tutte le ultime novità, attrezzi disponibili, consigli e trucchi, oltre a tutorial idee per realizzare tante creazioni interessanti per ogni occasione. C'è anche il Blog ufficiale della Makin's Clay® per nuovi tutorial esclusivi e idee di tanti artisti internazionali (me compresa!) che verranno pubblicati più volte al mese!


Seguite il mio BLOG su questo sito per idee, consigli e tutorial gratuiti in lingua italiana!

La pasta Makin's Clay® è la prima pasta polimerica che non necessita di cottura ma che asciuga all'aria. E' completamente atossica (certificata), senza PVC e a base acqua che asciuga in circa 24 ore. E' sicura da usare per adulti e bambini sopra i 3 anni.


Le confezioni si presentano come nella foto qui a sinistra: con panetti di colori singoli da 120g e confezioni con colori multipli da 60g per ogni colore. Ci sono anche confezioni xl da 500gr complessivi.


I colori al momento disponibili sono 9 colori base: natural, bianco, giallo, rosso, blu, verde, marrone, nero, terracotta. 4 colori neon: giallo, arancione, fuchsia, verde e un colore fosforescente (che si illumina al buio).

Oltre a questi ci sono i nuovi colori "vineyard tones" (colori scuri) e "earth tones" (colori della terra).

Sul retro delle confezioni si trovano le informazioni base sulla pasta, i sigilli CE e AP e la tabella colori base disponibili.


Ovviamente si possono ottenere tanti colori nuovi mescolando quelli esistenti tra loro oppure colorando la pasta.

La pasta Makin's Clay® si può colorare prima o dopo l'asciugatura. Essendo a base acqua non ci sono problemi di reazioni strane come possono succedere con le polimeriche che necessitano di cottura. Il miglior medium per colorare la pasta Makin's sia prima di modellarla che dopo l'asciugatura sono i colori acrilici. 

Dopo l'asciugatura la pasta può anche essere facilmente intagliata, scartavetrata e trapanata.

All'interno delle confezioni troviamo un foglietto in lingua inglese che illustra il prodotto e gli attrezzi disponibili.

La gamma attrezzi Makin's® è molto vasta ed include una macchina (volendo con motore!) fatta appositamente e diversa dalle macchine per la pasta "normali" - ha i rulli in teflon che permettono di sfogliare la pasta senza che questa si attacchi ai rulli (non usate macchine per la pasta classiche, non sono indicate). La macchina si chiama Makin's Professional® Ultimate Clay Machine®

Ci sono anche tantissime formine di metallo da forme geometriche a lettere e fiori ecc. Oltre alle classiche formine in metallo ci sono stampi trasparenti e texture con tantissime trame diverse. 

Gli attrezzi per la pasta Makin's® sono per la maggiore in plastica verde, al metallo si attacca più facilmente quindi per lavorarla gli attrezzi in plastica sono più indicati. Troviamo poi un'estrusore (Makin's Professional® Ultimate Clay Extruder®) con molte formine per creare murrine multiforme e anche appositi inserti per fare tubicini vuoti all'interno (Makin's Professional® ClayCore® Adapters). Ovviamente tutti questi attrezzi possono essere tranquillamente utilizzati anche con altri tipi di paste modellabili. 

La pasta stessa è avvolta da pellicola trasparente e inserita in bustine di plastica sottovuoto, per conservare il prodotto al meglio dopo l'apertura conviene togliere solo la quantità necessaria per il lavoro che si andrà a fare e tenere il resto avvolto nella sua pellicola e inserendo questo in una bustina zip assieme ad un fazzoletto bagnato.

Assicuratevi di usare una bustina integra, è importante che la pasta sia conservata al chiuso e non esposta all'aria per non asciugare. 

Mentre lavorate conviene mettere sempre un fazzoletto umido sopra la pasta che non usate, come si usa fare con la creta. 

Se durante la modellazione la pasta vi sembra troppo rigida e secca potete bagnarla con poca acqua. personalmente mentre lavoro tengo sempre una ciotola con poca acqua sul tavolo. Si può anche spruzzare la pasta con l'aqua e uno spruzzino. In caso di mani con pelle molto secca che durante la lavorazione tendono ad asciugare ulteriormente la pasta si può benissimo utilizzare della crema mani a base d'acqua - la stessa può essere anche utilizzata per "ungere" leggermente stampi e texture per fare in modo che la pasta si attacchi meno.

La pasta assolutamente NON necessita di essere condizionata, è subito pronta all'uso.

Quando la pasta è molto fresca lascerà molti residui sulla pellicola nella quale è avvolta - basta passarci sopra con la pasta stessa per tirarla via. 

Il miglior modo per unire vari pezzi di pasta fresca tra loro è di usare poca acqua - si può benissimo anche usare colla vinilica.